Thursday, March 26, 2009

Vieni qui che ti osculto...

A 6 episodi dalla fine della stagione e a 4 dalla quota 100 puntate, mi appresto ad esaudire il desiderio espresso venerdì scorso dall'ormai onnipresentesuquestoblog Kit: A quando un post di commento alla stagione in corso di Grey's Anatomy invece? No, seriamente. "Detto fatto" o se preferisci "ogni tuo desiderio é un ordine!" ;) Va be' dai non esageriamo che poi la gggente pensa male...
Partendo dal principio che, come dice il buon Zeno, Grey's Anatomy non é altro che una soap opera camufatta, vorrei raccontarvi come sono finito a guardare Grey's... Correva il Maggio 2007, io avevo appena acquistato la mia amata Yamada e in Francia era appena arrivata la TNT (digitale terrestre), una sera per caso facendo zapping finisco sul promo che annunciava Grey's in seconda serata con l'opzione in lingua originale per il digitale terreste. Piatto ricco mi ci ficco! Ho iniziato a guardarla a metà della terza stagione, gli elementi da dipendenza ci stavano tutti: belle fighe, ambiente scopereccio, dialoghi ben scritti e sferzanti, un'ottima colonna sonora, e finalmente una serie "medica" dove non si vedono troppo budella, sangue e merda (cit).

Ma veniamo al vero tema del post: Season Five. La quarta stagione era finita con un leggero guizzo finale, ma in generale sotto tono e sempre confrontata agli ascolti di Lost e Desperate Housewives (sempre su ABC, stesso orario, stesso anzianità, diverso giorno)... la quinta é iniziata con un doppio episodio decisamente sorprendente sia da un punto di vista narrativo, sia per quanto riguarda gli avvenimenti narrati. Finalmente la storia tra Grey e McDreamy viene messa da parte per dare più spazio agli altri comprimari (yeah Little Grey time!), ma soprattutto, durante tutta la stagione l'atmosfera e i colori si fanno più cupi, insomma la banda di barbie e ken in camice bianco ha finalmente gatte da pelare e non il solito "mi ama o non mi ama?", ma roba un filino più seria... Scelte difficili, spesso e volentieri discutibili, sia personali che professionali, personaggi che da quattro stagioni avevano un carattere e una storia ben precisa (leggi prevedibile) che sbocciano letteralmente, qualche apparizione o comparsata di attori conosciuti più marcanti che le solite guest star appearing (quali Faye Dunaway, Mary Battlefuckin'star Galactica McDonnell o Eric Stoltz) tutto ciò ha aggiunto una ventata d'ossigeno ad una serie che da quasi due stagioni si mordeva la coda.
Nelle ultime settimane il ritmo é aumentato vertiginosamente, i toni si fanno più accesi e un po' come per l'episodio di Lost della settimana scorsa, non so che aspettarmi dai prossimi episodi, difficile mantenere alto il livello, dubito che si andrà in crescendo prima del gran finale della stagione, spero fortemente che il tenore sia più o meno lo stesso e che non si vada scemando...

In conclusione, per giustificare la tag music apposta a questo post, la cosa che più mi fa impressione é che se prima Alexandra Patsavas (chi scusa? Bestiaccie che non siete altro!!!) sceglieva dei pezzi misconosciuti al grande pubblico, ma già noti in certi ambienti di ben informati -indie-musicalmente parlando-, adesso la tendenza é addirittura utilizzare il brand new episode per lanciare le canzoni in questione prima ancora che le stesse siano commercializzate. Come per dire: tira più un pelo di Grey che un massiccio marketing virale!
Ma questo già lo si sapeva...
Senza esagerare, forse la più bella canzone che abbia ascoltato negli ultimi tempi (e non sono l'unico a dirlo):
Sta Arrivando Una Tempesta*

* Ovviamente non ho messo né il nome dell'autore, né il titolo, perché: A) ho fatto una fatica boia a trovarla B) non é ancora disponibile (neanche legalmente) in Europa e C) perché é talmente fantastica che potrebbe essere cantata da Cinghialo Setoloso e chiamarsi "Puppettemmerda" e non cambierebbe un cazzo.

6 comments:

Romantic Kit said...

['Onnipresente'? 'Ogni mio desiderio è un ordine?' Uuuuuh la gente penserà male sicuro :-D ]

Anche io ho iniziato a vedere GA tardi, verso la seconda stagione, e mi ha attirato per la colonna sonora (favolosa!) e il ripescaggio in extremis di Patrick Dempsey, ormai attore sfigatissimo (gli deve troppo accendere un cero!) Poi ho ripescato tutto quanto e sono addicted.

Ci ho messo un po' ad affezionarmi a quell'arpia di Cristina e a quella piagnona di Izzie, però
(Meredith invece la sopporto poco tuttora).

La quinta serie un po' mi piace un po' mi delude. La storia del fantasma mi ha fatto odiare x la vita Jeffrey Dean Morgan/Denny.

MA

(e questo è il commento che volevo fare)

nelle serie tv alle donne non frega davvero nulla dei casi medici, dei drammi, dei casini.
La curiosità è sempre sui rapporti d'amore e l'eterna domanda "Staranno o non staranno insieme??"
Tutto qua.
:-D

heavyhorse said...

gran bel pezzo.
grazie per il coniglio

Reminder said...

cmq Lost tutta la vita...

giulia said...

Ehm..mi sa che qui in Italia siamo solo alla quarta, che era piuttosto noiosetta. Dovrò aspettare più o meno dicembre per darti ragione!

Mihai said...

beh, per quell che riguarda la musica devo dire che Grey's e sempre una fonte di sorprese. Per chi e interessatto ecco un sito molto utile per trovare la musica del film, divisa per episodio con inpiu la descrizione della scena quando la si sente: http://www.greysanatomyinsider.com/music/episodes/

Kit said...

(se interessa, ci sono in giro torrent di gente che hanno messo insieme *tutte* le canzoni sentite in GA nelle 5 stagioni)