Sunday, December 09, 2007

Adoro i film ben riusciti

Parafrasando il colonnello John "Hannibal" Smith vi presento due film che non hanno nulla in comune a parte l'essere due gran bei film.

Il primo è un film inglese del 2002 che è passato, a mio parere, un po' senza essere veramente considerato per ciò che vale.
Piccoli affari sporchi
(Dirty Pretty Things)
Un film di Stephen Frears. Ritroviamo Steven Knight, lo sceneggiatore de La promessa dell'assassino e con lui una storia ombrosa e difficile, molto più di un thriller “impegnato”, di storia solo realistica... Forse il racconto onirico del tragico incontro tra un paio d' invisibili in una Londra che non ci è dato vedere... Ottima prova di recitazione per Audrey Tautou e Chiwetel Ejiofor. Ovviamente lì per lì il nome del secondo non vi dirà nulla... ma se poi aggiungo Amistad, She Hate Me, e il più recente American Gangster forse allora il suo volto vi parlerà un po' di più...

Il secondo non ha bisogno di presentazioni.... solo qualche nota di colore...
Colazione da Tiffany
(Breakfast at Tiffany's)
Un film di Blake Edwards. Chi non conosce il personaggio di Holly Golightly??? Be' se ci fosse ancora qualcuno a cui questo mitico nome doesn't ring a bell , be'... quel qualcuno, lasciatemelo dire, é una vera bestia.
Creato dalla penna di Truman Capote inizialmente per Marilyn Monroe, ma il suo drama coach, Lee Strasberg, told her that playing a call-girl was not good for her image. Il ruolo che poi sarà di George Peppard era stato precedentemente offerto a Steve McQueen. Edwards si diverte parecchio inserendo gag a lui familiari come il cappello che prende fuoco o dandoci un esilarante Mickey Rooney in versione artista orientale. E per finire... la famosa canzone Moon River è stata scritta da Henry Mancini appositamente per Audrey Hepburn che non aveva alcuna preparazione musicale.

8 comments:

brugo said...

sono una vera bestia.

brugo said...

cioè, il film lo conosco di fama, penso sia nel patrimonio genetico di ogni essere umano nato nella parte consumistico-occidentale del mondo.

però il nome di lei, giuro, lo ignoravo completamente.

Zeno Tomiolo said...

Holly, il archetopa di donna...

Eazye said...

ben detto.. ;)

Alfio Garozzo said...

Holly Golightly è l'acronimo di Holiday go lightly.

Eazye said...

per la "Causa Holly Golightly" vorrei almeno un minimo di sostegno femminile... che sia diretto o indiretto.. QUindici... gentil pulzelle HELP! chiedere in giro: hollygolightly
un aiutino signorina Violetta?

e non che ci si ritrova io e Zeno a sostenere "la nostra Mita"!

Anonymous said...

molto intiresno, grazie

Anonymous said...

good start