Tuesday, November 27, 2007

Grande Schermo: Too Dark to be Hollywood

Due film cupi, due film inquietanti, due film che navigano nell'ambiguità più totale, due film ambientati a Londra, due film di registi non inglesi, ma anglofoni, due film con attori non inglesi... insomma due noir contemporanei che vale la pena andare a vedere.. e per una volta 2 film non ancora usciti in Italia.

La promessa dell'assassino
(Eastern Promises)
Un film di David Cronenberg. Il regista canadese, che gira per la prima volta interamente fuori dal Canada, ritrova non solo Viggo Mortensen, ma anche il millieu malavitoso -questa volta senza armi- e soprattutto gestisce una prova corale non facile... Per come la vedo io, si tratta di una lotta continua, tra reale e simbolico, tra scelte e doveri, tra la famiglia che uno sceglie e quella che uno si ritrova.. e ancora una volta Cronenberg nel sviluppare la sua ossessione ci mostra come tutto ciò va ben oltre alla ristretta nozione del bene e del male. La diversità culturale dello script di Steven Knight é resa ancora più complicata da un cast sfasato con problemi d'accento. Come? Naomi Watts (australiana) che interpreta una giovane inglese -facile- e i criminali russi interpretati da Viggo Mortensen (americano), Vincent Cassel (francese) e Armin Mueller-Stahl (tedesco) che é duopo ricordare per la strepitosa interpretazione in Music Box. L'interpretazione di questo poker d'attori é uno dei due motivi per cui vale la pena andare a vederlo... L'altro é la scena al bagno turco.
uscita nelle sale: venerdì 14 dicembre 2007.

Cassandra's Dream
Un film di Woody Allen. Titubante e perplesso dopo la visione, lo rimango tutt'ora dopo essermi confidato con Morfeo.. Ci sono comunque degli elementi oggettivi che posso tranquillamente associare ed enumerare... Delitto e castigo, vincoli di sangue, famiglia, denaro, sogni e ambizioni... Una tragedia umana atemporale che si colloca in quel vasto marasma tra il teatro greco e Shakespeare; piacevole, ma senza mordente questo film risulta, a mio parere, un esercizio di stile in parte sprecato. Veramente un peccato perché gli elementi c'erano tutti: la fotografia di Vilmos Zsigmond, le musiche di Philip Glass e i due protagonisti, che danno prova di enorme sobrietà, mai sopra le righe, sempre coerenti e sinteticamente intesi nei loro personaggi, lo scozzese McGregor e l'irlandese Farrell puntano sul cavallo sbagliato* per il loro primo WoodyAllen. Esiliato in Europa per scelta l'ultrasettantenne Woody si sta incupendo, e, sempre a mio parere, non ha più neanche tanta libido rimasta... perché fino a qualche anno fa quando non faceva ridere almeno ci mostrava le sue ossessioni sessuali condite di 4 belle fighe.. (vedi Melinda and Melinda) . Il più cupo dei film di Allen risulta comunque estremamente contemporaneo e vederlo subito dopo l'ultimo Cronenberg fa ancora più effetto...
uscita nelle sale: martedì 15 gennaio 2008.

*Cassandra's Dream è il nome di un cavallo da corsa, con cui i due fratelli ribattezzano la loro barca.

Nota: ho scelto la locandina francese per Cassandra's Dream perché più stilosa e perché in tinta con l'altra.

2 comments:

ladylike said...

thanks:P..
PS: .che si dice a PARIS? ..

Eazye said...

che fa freddo, ma c'é il sole.. che Paris is On Fire, che le Università sono bloccate... e che c'é un sacco di sbirreria del Corso..